Ravenna si riscatta: Bawer sconfitta 87-79

L’Orasì Ravenna torna a vincere e conferma la sua forza fuori casa: quattro vittorie su sei partite. Si riscatta dalla cocente sconfitta casalinga contro Trieste e riprende il passo da zona play-off. Per la Bawer Matera invece arriva l’ennesimo stop. Non è servito il ritorno di capitan Guarino e la grinta di coach Gresta per tenere alta l’intensità dimostrata contro il Verona. La doppia sfida casalinga per i lucani non muove la classifica. Restano ultimi in solitaria e aggancio alla zona play-out ancora da rinviare.

La partita. Il Matera subito sotto di 5 punti nei primi secondi iniziali, ma recupera in fretta e fa suo il primo quarto con 24-21. Ravenna manca di precisione dalla distanza e questo stava compromettendo la gara. All’intervallo, che si chiude in favore dei lucani 41-37,  i romagnoli mettono a segno solo 6 tiri da 3 su 18 tentativi.

L’intervallo segna un crollo della concentrazione della Bawer, soprattutto nei tiri da due punti e nei tiri liberi. Qualche numero degli errori sotto canestro dei lucani: Hamilton chiude la partita con 7 su 15, Corral 5 su 11. A completare il quadro, i tiri liberi: Matera regala cinque punti (a segno 7 su 12), mentre Ravenna non sbaglia e fa 17 su 17. Il terzo quarto si chiude con Ravenna a +6 (64-58, con un parziale di 27 a 17), mentre la partita si chiude 87-79. Alla luce degli errori fatti, coach Gresta ha poco di cui essere felice.

Per i romagnoli, Smith implacabile sotto canestro (16 punti, più un tiro libero), Deloach (21 punti), Masciadri (14), Raschi (13), Rivati (10).

La classifica. Ravenna sale a quota 12 punti e aggancia Legnano e Bologna in zona play-off. Matera fermo a 4 punti, ultimo in classifica. La sconfitta di Jesi a Bologna lascia i lucani a due punti dalla zona play-out, mentre la vittoria del Chieti allontana la possibilità di un aggancio nello scontro diretto in programma. Dopo Matera, il Verona vince anche il derby veneto: Treviso battuto 66-57.

Alessandro Giuseppe Porcari

@paceinterra_it