You are here
Home >

Covid-19, il tasso di mortalità supera il 13%

Salgono a 24.648 gli italiani morti per il nuovo coronavirus. I dati, diffusi dalla Protezione Civile, dovranno essere convalidati dall'Istituto superiore di sanità. Allo stato attuale, il Covid-19 ha un tasso di mortalità del 13,4%. @paceinterra_it !function(e,i,n,s){var t="InfogramEmbeds",d=e.getElementsByTagName("script")[0];if(window[t]&&window[t].initialized)window[t].process&&window[t].process();else if(!e.getElementById(n)){var o=e.createElement("script");o.async=1,o.id=n,o.src="https://e.infogram.com/js/dist/embed-loader-min.js",d.parentNode.insertBefore(o,d)}}(document,0,"infogram-async");Covid-19 Italia: dimessi e mortiInfogram

Il debito pubblico sfiora i 2.410 miliardi

Un nuovo record per il debito pubblico italiano. Secondo la Banca d'Italia, il debito delle amministrazioni pubbliche a luglio ha toccato 2409,910 miliardi di euro. Rispetto a luglio 2018, si tratta di un incremento di 60 miliardi di euro. 

Tassazione, Francia batte Italia 48 a 42

Le tasse sono un freno per l'economia. Non ditelo ai francesi visto che pur avendo una pressione fiscale in crescita di 1,6 punti percentuali tra il 2017 e il 2016 (48,4% contro 46,8%), continuano a registrare tassi di crescita ben superiori all'Italia, che ha una pressione fiscale del 42,4% (in

Migranti, anche per l’Ispi l’Italia è stata lasciata sola

L'Unione Europea ha lasciato sola l'Italia. Non è la solita presa di posizione di qualche esponente della Lega, ma uno dei risultati del Fact checking dell'Ispi. L'Istituto per gli studi di politica internazionale ha elaborato i dati della Commissione Europea sui ricollocamenti di emergenza verso altri paesi Ue. Il risultato

Siria, il 70% della popolazione ha abbandonato casa

Un campo di battaglia per le grandi potenze mondiali. L'attacco di Usa, Gran Bretagna e Francia, contro i presunti siti chimici del regime di Assad, ha messo in luce quanto sia ancora lontana la pace e quanto alti siano gli interessi politici ed economici nell'area. A farne le spese la

Paesi in conflitto, il dramma dell’insicurezza alimentare

I numeri sono quelli di una guerra mondiale. Si aggrava l'insicurezza alimentare nei sedici Paesi in conflitto, sotto la lente dell'ultimo aggiornamento semestrale del rapporto che Fao e Wfp  forniscono al Consiglio di sicurezza dell’Onu.  Nel complesso, le stime del rapporto parlano di 64.262.000 di persone che vivono in condizioni di crisi

Fao, 240 milioni di migranti: +40% dal 2000

Guerre, cataclismi e carestie spingono donne e uomini ad abbandonare le propria terra. Il numero di migranti nel mondo è quasi raddoppiato rispetto a 7 anni fa. Secondo il direttore della Fao Jose Graziano Da Silva sono 240 milioni, con un incremento del 40% rispetto al 2000.  A rendere più drammatico

Cresce la fame mondiale: 38 milioni di persone in più

Allarmante battuta di arresto per la lotta alla fame mondiale. In un anno sono aumentate di 38 milioni le persone che non hanno a disposizione cibo per nutrirsi. Nel 2016, nel mondo erano 815 milioni, contro i 777 milioni stimati nel 2015. È come se l'intera Polonia si fosse aggiunta alla

Top