Migliaia di migranti sono irreperibili

Minori e irreperibili. Oltre 5.300 minori stranieri non accompagnati hanno fatto perdere le proprie tracce nel territorio italiano. Il dato del ministero del Lavoro e della Politiche sociali è in linea con i mesi precedenti, una prova che nulla si è fatto in questi anni per aumentare la sicurezza nel nostro Paese. False identità all’arrivo (i migranti arrivano senza documenti), sistemi di controllo impossibili (dai centri di accoglienza si può uscire quando si vuole) consentono ai minori la massima libertà per fuggire. «Molti scappano verso il Nord Europa», ci dicono al ministero dove non sembrano preoccuparsi. Per alcune nazionalità, Somali ed Eritrei in testa, gli irreperibili sono più dei presenti.

Come abbiamo visto in articoli precedenti, nello Stato islamico i minori sono soldati a tutti gli effetti. Questo è un dato che dovrebbe almeno metterci in guardia da politiche di accoglienza buoniste. In Italia e in Europa vige invece la massima tutela possibile, con un business tra i più floridi. “Non accompagnati” a parole, perché sono i genitori a mandarli in Italia e spesso persino ad accompagnarli nel nostro Paese, fingendo poi di non conoscerli all’arrivo. Il diritto europeo obbliga i Paesi a proteggere i ragazzi con un permesso di soggiorno. I genitori lo sanno, per noi sembra che vada tutto bene.MsNA