You are here
Home > #Matera2019 > L’Europa approva il nuovo statuto della Fondazione Matera2019

L’Europa approva il nuovo statuto della Fondazione Matera2019

Primo esame superato. La verifica delle condizioni di governabilità della Fondazione Matera-Basilicata2019 è stata al centro dell’incontro con i componenti della giuria di monitoraggio europea e il Consiglio di amministrazione della Fondazione Matera-Basilicata 2019. Un confronto «lungo e positivo» ha detto il sindaco Raffaello de Ruggieri.

La delegazione della giuria di monirotaggio è composta da Jiri Suchanek e Cristina Farihna con l’aggiunta della referente della Commissione Europea Gloria Lorenzo Lerones.

La presidente dell’Unibas Aurelia Sole e Marcello Pittella, presidente Regione Basilicata, hanno informato gli interlocutori europei della obbligatorietà giuridica delle intervenute modifiche allo statuto e della conseguente opportunità di definire un nuovo organigramma gestionale.

Tre pilastri del nuovo statuto, che dalla Fondazione assicurano che sarà online nei prossimi giorni: dare ai soci fondatori un posto nel cda; prevedere un segretario generale con il compito di coordinare il lavoro dei direttori di settore e di governare, con rigore amministrativo, la risorse pubbliche e private della Fondazione;  tre direttori (artistico, marketing e per l’attuazione del dossier) con i relativi soggetti e gruppi operativi.

Attenzione è stata posta anche alla sostenibilità finanziaria della governance e delle attività operative programmate nel dossier. La presidente Aurelia Sole, in sintonia con gli altri consiglieri, ha segnalato il concreto sostegno della Regione, ma soprattutto quello derivante dai finanziamenti statali previsti dalla recente Legge di Stabilità.

La giuria di monitoraggio ha preso atto dei chiarimenti e soprattutto della constatata armonia di visioni e di azioni espressa dai componenti del consiglio di amministrazione della Fondazione Matera-Basilicata 2019, riservando di trasmettere le loro considerazioni scritte una volta rientrati a Bruxelles.

Per la verifica delle iniziative concrete, di progetti e dei programmi si è stabilita un’altra riunione di lavoro a Bruxelles per il 12 ottobre 2016.

@paceinterra_it

Leave a Reply

Top