Il pianoforte catalizza Matera

MATERA – Una tentazione musicale. Imbattersi in un pianoforte durante una passeggiata nel centro della città dei Sassi può essere una sorpresa che può scatenare inaspettate reazioni. Dimenticate la timidezza e provocate la vostra creatività, nel centro di Matera fino al 2 gennaio troverete sei pianoforti.

È il progetto Catalyst Piano organizzato dall’associazione Imaginarium, che contribuisce a creare una cultura partecipata  e condivisa attaverso il pianoforte. C’è chi rispolvera vecchie melodie, chi improvvisa un concerto, chi semplicemente spende un momento goliardico con gli amici. Imaginarium la chiama identità dinamica, costruita sulle emozioni, diverse e mai scontate, che trasmettono gli inaspettati musicisti. Uno strumento difficile da suonare e costoso viene così messo in comune.

Una prova di maturità civica per Matera, come dimostra l’atto vadalico contro il pianoforte collocato nelle adiacenze di via Ridola, una delle vie più frequentate dai turisti. Tanto imbarazzo tra i materani, c’è chi parla di città non pronta culturalmente alla sfida del 2019, dal Comune arrivano parole di fuoco contro i responsabili, ma subito si mette in moto la macchina della solidarietà per curare subito questa ferita. L’associazione Imaginarium apprezza e rilancia il progetto. Si va avanti, più forti di prima.

Nel 2019 le piazze saranno il motore creativo della capitale europea della cultura. Il rispetto per tutti i beni comuni è la principale sfida della comunità materana.

Dove trovare i pianoforti. Piazza Mulino, piazza Vittorio Veneto, piazza S. Francesco, via Ridola, piazza Duomo, piazza S. Francesco. Fino al 2 gennaio. Su Twitter trovate tutto con #CatalystPiano

Alessandro Giuseppe Porcari

@paceinterra_it