Conte 2, il Pd al posto di Toninelli

La crisi più stupida, con l’esito più ridicolo. Dopo aver alzato gli scudi sul Tav, dando il pretesto a Salvini di provocare la crisi di governo, il Movimento 5 Stelle ha ceduto il ministero delle Infrastrutture al Partito Democratico.

L’evoluzione della crisi mette in evidenza una confusione di idee da parte di Luigi Di Maio che, per ostacolare la realizzazione della Torino-Lione, aveva accusato la Lega di stringere accordi con il Pd e favorire “il partito del cemento”. Non solo il Movimento 5 Stelle ha formato un nuovo governo proprio con il partito di Matteo Renzi (che ha recitato un fondamentale ruolo di pontiere), ma ha persino consentito che il ministero fosse occupato da Paola De Micheli, ossia la vicesegretaria del Pd. Si chiude così una delle vicende politiche più imbarazzanti per il Movimento di Beppe Grillo.

@paceinterra_it

Leave a Reply